Un anno di Drops Of Primroses

Non amo festeggiare i compleanni, per questo non ho organizzato nulla per il PRIMO anno di vita di Drops Of Primroses. Ad anniversario passato, ho deciso di prendermi del TEMPO per descrivere l’avventura che è stata e che sarà.

Sono molto FIERA delle mie primule, fiera di come siano riuscite a viaggiare nel mondo arrivando sempre a destinazione, fiera dei commenti positivi ricevuti e del sostegno ricevuto.

Ho fatto molti ERRORI, preso decisioni dettate dalla paura del rischio e dalla paura di farcela, ho creato prodotti poco in linea con i VALORI di Drops Of Primroses e avuto poca FIDUCIA in me e nelle mie capacità.

Per il FUTURO mi impegno a…

  • sperimentare con tecniche e colori;
  • GIOCARE con le parole, a diffondere primuline che contengono parole dolci;
  • non aver paura di bussare alle porte colorate che incontro sul mio cammino;
  • far sentire di più la mia VOCE e quella delle primule;
  • allargare la gamma delle primule;
  • trovare il modo di parlare di me e del mio lavoro con il tono e le parole che meritano.

Vi lascio con le parole di Izet Sarajlić , un poeta che ho scoperto da poco e che sto gustando poco a poco:


Non abbiate fretta di fare i poeti, ragazzi.
Restate quanto più a lungo possibile nella fase prepoetica.
Essere poeti nella vita non è lo stesso che essere poeti in un racconto.
La poesia, sono le disfatte.
Alla fine, vi aspettano, forse, davvero le rose,
ma per molto tempo – a destra e a sinistra – ci sono le spine.
Per la fama non abbiate fretta, restate invece giovani quanto più a lungo,
e solo quando non ne potrete più, proprio allora nascerà la poesia