La casa di Francesca

 

Questa settimana s’inaugura un NUOVO tipo di post, i post che parlano di Francesca. Chi è Francesca? Ve la presenterò poco alla volta, parlando di lei, dell’AMBIENTE che la circonda, delle persone che fanno parte della sua VITA, degli oggetti che SCEGLIE, dei POSTI che ama e scopre.

PRONTI PER LEGGERE LA PRIMA PAGINA? 

finestra_dropsofprimroses_blog

 

Dalla sua FINESTRA vorrebbe tanto vedere le CIME innevate, sentire il profumo dei PINI e perdersi nel guardare i tetti delle BAITE di montagna.

 

 

 

letture_blog_dropsofprimroses

Sul suo COMODINO in questo momento c’è un libro di Coelho (Il vincitore è solo) e NON riesce a finirlo. Sicuramente non è come L’ Alchimista

 

Le piace spargere dei PETALI davanti al suo albero e accendere una CANDELA prima di andare a dormire (e sì ogni tanto si dimentica  di spegnerla).

La prima pagina è finita, la seconda potrai leggerla qui fra un mese esatto.

Francesca vorrebbe vedere questo dalla sua FINESTRA.

Il LIBRO che Francesca sta leggendo è questo qui.

L’illustrazione del suo ANGOLO preferito la trovi qui.

..è ARRIVATO febbraio e quindi è tempo di  scaricare il NUOVO mese del CALENDARIO di DROPS OF PRIMROSES “Ogni giorno è importante”.

FEBBRAIO lo trovi QUI: FEBRUARY_EVERYDAYCOUNTS

Se ti sei perso/a GENNAIO eccolo qui: january_everydaycounts_dropsofprimroses

 

 

 

 

 

 

 

Inspirational book escape

Ovvero sfogliando le pagine si scoprono mondi nuovi

Io sono un’amante dei libri e della lettura. Tantissimi ricordi della mia infanzia sono legati ai libri e all’ascoltare le storie che la mamma leggeva ad alta voce. Abbiamo divorato “Le fiabe italiane” di Italo Calvino, quella delle ochine la ricordo ancora a memoria:

Monto sul tetto,

Faccio un balletto

Ballo il trescone,

Butto giù casa e casone.

Sono cresciuta sono cambiati i libri che leggo, ho perso un po’ l’abitudine della lettura ad alta voce, ma le parole, le storie e i personaggi mi accompagnano ogni giorno. Adesso i libri sono anche diventati una fonte d’ispirazione: mi forniscono frasi, immagini, accostamenti di colori e conoscenze nuove.

Mi piacerebbe parlarvi di libri qui sul blog. Ogni tanto, quando un libro mi colpisce tanto da volerlo condividere. OK, questo succede spesso, ma cercherò di limitarmi ad una volta al MESE!

bookshelf
Libreria del Palais de Tokyo

I titoli saranno i più svariati: romanzi, libri per bambini, manuali, libri da colorare. Con i generi cambieranno anche le lingue così sarà un vero viaggio! PRONTI?

Dichiaro quindi aperta la RUBRICA Inspirational Book Escape, ovvero trovare l’ispirazione girando le pagine!

Il primo libro di cui vi parlerò racconta di viaggi PROFUMATI, di petali e di scoperte. CURIOSI?

Eccezionalmente, scoprirete tutto mercoledì 18 ottobre, sì fra due giorni avete letto bene! Vi aspetto mercoledì…

rainbowbooks

P.S. Prima di scrivere questo post ho deciso di rivoluzionare la libreria e di ordinare i libri per colore (vedi foto qui sopra). Mi piace moltissimo così, voi ci avete mai pensato?

 

Storia di un cerchio aperto

Ovvero vacanze e ritorno

Quest’anno ho fatto più vacanze del solito. Ora che ho un lavoro non tradizionale sono partita per quasi 20 giorni. SONO IMPAZZITA? Un pochino di sicuro. La lista delle cose da iniziare, migliorare, concludere da qui alla fine dell’anno è lunghissima e in vacanza non si è accorciata.

drops_of_fichi.jpeg

“E sei riuscita comunque a rilassarti?”

A dir la verità…sì e molto!

“Come hai fatto?”

Gli ingredienti essenziali sono stati:

  • un agriturismo in Calabria in mezzo al nulla;
  • aria aperta, sole e tranquillità;
  • no auto, no pc e poca connessione;
  • nessuna incombenza domestica e orario;
  • tanta natura e poche persone;
  • libri e internazionale.

Forse proprio a causa (o per merito) del periodo intenso appena cominciato (e che segue quello pre-vacanze) mi serviva una pausa vera: STACCARE DA TUTTO. Alleggerire la mente, rallentare il ritmo di ogni cosa per riprendere con nuova energia.

drops_of_letters.jpg

Confesso però che ero partita con un programma fitto fitto per lavorare anche in vacanza. Avevo portato tutto: colori, penne, carta, teche, matite, buste e tante idee. Poi la bellezza dei luoghi, del lasciare la mente vagare e la riscoperta del DOLCE FAR NIENTE mi hanno conquistata e… non ho opposto resistenza.

Quindi il mio piccolo consiglio (di poco valore) è: accordatevi delle pause VERE, anche brevi, in cui dare libero sfogo ai piccoli rituali che fanno bene, quei piccoli lussi che non vi concedete da un po’.

Così è arrivato SETTEMBRE e con lui la lista degli obiettivi da raggiungere. La novità è che finalmente parliamo di cose CONCRETE. Se agosto è stato il mese delle sfide, settembre sarà forse quello del raggiungimento dei piccoli traguardi?

drops_of_tramonto

Settembre è il mese in cui mando in stampa le mie creazioni, quello in cui guarderò la cassetta delle lettere con ancora più insistenza e toccherò con mano i risultati finali. Chissà quante prove ci vorranno per far scoccare la scintilla…

A questo mese chiedo tanta forza di volontà e coraggio così da non abbattermi per gli inevitabili intoppi, ritardi e imprevisti. L’energia, le idee e la voglia ci sono quindi… se son primule fioriranno! E voi, cosa avete chiesto a questo mese? Un regalo? Un segno? Una lettera? Il mio orecchio è sempre qui.