Ci metto la faccia

Ovvero: scrivere nero su bianco quello che sto facendo

Questo è per me un post difficile da scrivere. Devo rispondere ad alcune domande, non per gli altri, ma per me stessa, per rendere più vero quello che mi frulla in testa.

Che lavoro fai? Mi piacerebbe rispondere in maniera vaga (come ho fatto fino ad ora), ma no, cerco parole precise. Illustratrice, artista, storyteller, creativa, freelancer… Nessuna di queste etichette mi soddisfa e questo destabilizza me e gli altri. Concretamente in questo periodo sono in CREAZIONE D’IMPRESA. A partire da ottobre, e fino alla fine dell’anno, seguirò un percorso di accompagnamento pensato per chi come me è sempre stato assunto e mai datore di lavoro. Cercherò d’imparare da chi ne sa più di me a gestire entrate ed uscite, a comunicare nel modo giusto, a fare fatture, insomma troverò il modo di far convivere l’Alessia artista con l’Alessia imprenditrice.

voyage_drops

Quindi disegni? Scrivi? Sì e sì. Spesso le mie illustrazioni sono composte da disegni e scritte. Cerco di dar risalto ad entrambi, in modo che i disegni siano una cassa di risonanza per le parole e viceversa. La missione di Drops Of Primroses è tradurre in colori, parole e disegni i sentimenti miei e di chi me lo concede. Mi piace parlare di primule quando mi riferisco alle mie creazioni, ambiscono ad abbellire le nostre vite come lo fanno i fiori. Ogni creazione firmata Drops Of Primroses è messaggera di bellezza, dolcezza e stupore. Scelgo con cura le citazioni da usare, chi le ha dette, che messaggio portano con loro e quali emozioni suscitano? Ogni primula è fatta con il cuore, con l’intenzione di regalare un attimo di serenità, di strappare un sorriso, di far riflettere.

Che ne fai dei tuoi disegni? Entro fine ottobre lancerò la prima collezione della linea di CARTOLERIA di Drops Of Primroses!!! Si chiamerà DROPS ON PAPER e sarà disponibile su Etsy o contattandomi in privato per conoscere i metodi di distribuzione alternativi. Per ora ho ricevuto i PRIMI test di stampa e dobbiamo migliorare un po’ di cose. Spesso le scritte escono esitanti, si vede troppo il tratto tremolante della mano, il che fa troppo principiante e non mi piace. Stiamo studiando il caso. Potete farvi un’idea dello stile di Drops On Paper grazie alle foto che addobbano questo post e a quelle che pubblicherò qui. Ritornando alle primule, mi piace molto lavorare su commissione. Interpretare la richiesta di chi mi chiede di tradurre su carta i propri sentimenti è una sfida che mi emoziona e destabilizza ogni volta. Mi obbliga ad ascoltare per davvero, a mettere me stessa da parte e a lasciar parlare i colori, i disegni, le parole.

la gente che non sogna

Tre domande con tre risposte sono abbastanza per ora, sento di aver detto il necessario. Manca solo una cosa, devo dire GRAZIE. Se sono arrivata a questo punto, un grazie va detto a:

  • Giada Carta per la cura Soulful Business che sto facendo proprio in questi giorni;
  • Katherine Dubourdieu per i suoi consigli, le sue domande e gli atelier di arte-terapia per corrispondenza;
  • il gruppo di lavoro nato dopo la partecipazione al corso INSTAFAIGA. Le analisi che le altre ragazze hanno fatto del mio feed su Instagram sono spunti importanti che mi hanno obbligato a rimettermi in gioco e a decidere di metterci la faccia;
  • le persone che in questi mesi mi hanno chiesto di creare qualcosa per loro. Grazie a chi mi ha dato carta bianca, a chi mi ha fatto una richiesta precisa, a chi ha condiviso con me un’idea o una frase, a chi mi ha inviato una cartolina, a chi mi manda foto da cui prendere spunto…

drops_of_fall

Davvero tu avresti altre domande? Se pensi potrebbero interessare anche qualcun altro, scrivimi qui e magari prossimamente rispondo qui.

 

 

 

HO RITROVATO UN VECCHIO AMICO…

… LA SCRITTURA!

Ti è mai capitato di RISCOPRIRE il piacere di una passione che avevi abbandonato? Se sì, capirai la mia gioia. Altrimenti non avere fretta, al momento giusto succederà anche a te e, credimi, l’attesa sarà ricompensata.

quote_drops

Ho ripreso a scrivere, per davvero. Non al computer. Anche questo poco non è nato qui, l’ho scritto prima a penna sul mio bel quaderno rigido e poi l’ho riportato qui. Ho ripreso in mano la penna mesi fa per scrivere una lettera ad una mia amica che aveva appena deciso di chiudere una relazione. Ho l’impressione di non aver più smesso, tanto che la scrittura ora fa parte del mio lavoro…

Ma una volta ritrovato un vecchio amico come si fa a non perderlo di nuovo? Me lo sono chiesto più volte, non vorrei far sparire un’altra volta questa abitudine dalla mia vita, ma che posso fare? Per ora ho capito che:

  • circondarsi di bellezza aiuta, quindi: bei quaderni, penne che non macchiano, inchiostro nero che più nero non si può, colori accesi e via;
  • secondo il gruppo è una forza: io mi sono lanciata in due sfide ed entrambe, in maniera diversa, mi danno l’opportunità di sperimentare ed esercitare il mio tratto (ne avevo parlato qui) e in una vera corrispondenza con una mia cara amica artista;
  • terzo la forza di volontà è importante: beh, ecco, questa a giorni alterni mi manca. Non so dove se ne scappi, ma ogni tanto mente e corpo non comunicano fra loro e allora tutto il resto è più URGENTE/IMPORTANTE/FACILE della mia vecchia amica scrittura e bye bye penne mie;
  • quarto è come se fosse un appuntamento dal medico: questo non è farina del mio sacco, ma non mi ricordo dove l’ho sentito (un americano che dava consigli su come si crea il proprio planning). L’attività che amiamo fare deve far parte della nostra agenda e rispettarla come fosse un consulto medico, scopriremo poi che è una cosa molto più piacevole;
  • ultimo punto è accettare che ci saranno dei giorni WoOoOooOooW e giorni Mmmmmh, che alcune volte le cose riescono subito, altre dopo mesi di disfa e ridisfa.

La cosa più bella e unica è resta il piacere di fare una cosa che si ama, anche se per pochi istanti. QUEL LAMPO DI FELICITÀ NON SE NE ANDRÀ.

scrivo_drops

Se vuoi vedere qualche foto della MIA vecchia AMICA le trovi qui. Ammetto che fotografo solo i giorni WoOoOooOooW perchè i giorni Mmmmmh la mia scrittura è indecifrabile.

Se invece hai voglia di parlarmi del tuo amico ritrovato, o di come cerchi di non perderlo o di quello che vorresti ritrovare, scrivimi qui, MAGARI I NOSTRI AMICI SI CONOSCONO!