Il calendario dell’avvento

Ovvero quanto mi piace avere una sorpresa ogni giorno!

Ormai non è più un mistero per nessuno: è DICEMBRE! Questo mese porta con sé: le lucine (fatte), l’albero di Natale (manca), le decorazioni (ci siamo quasi), i dolci (presenti), i regali (Babbo Natale sta lavorando) e … il CALENDARIO dell’AVVENTO!

Questa per me è una vera PASSIONE…ma la bellezza di avere una piccola sorpresa ogni giorno? È un lusso a cui non si dovrebbe mai rinunciare! L’anno scorso avevo preparato un calendario dell’avvento fatto a mano per Alessio, il mio moroso. Ci avevo messo tutto l’impegno possibile, scatoline fatte a mano, regalini pensati e colorati e ..lui ogni tanto si dimenticava di aprirli!!!

Quest’anno DICEMBRE è arrivato troppo in fretta e non sono riuscita a replicare, ma udite udite quest’anno i calendari dell’avvento sono ben DUE!!

Un regalo: è arrivato in una borsa, incartato di bianco. Certo come dimostra la lavagnetta in alto, MERITAVO un regalo da un po’. Dovrò cancellare la lavagnetta perché è arrivato il CALENDARIO dell’AVVENTO della Kinder! Siamo tornati bambini! Per ora ho mangiato solo il 1 DICEMBRE (un Babbo Natale buonissimo), ma ovviamente aprire la casella giusta è la prima cosa che faccio dopo essermi alzata!

Il calendario ILLUSTRATO: come Drops Of Primroses ci tenevo a fare qualcosa per celebrare questo periodo così speciale e allora… Sulla pagina Facebook di Drops Of Primroses ogni giorno scopriamo una nuova casella di questo calendario dell’AVVENTO così speciale. Ogni giorno porta con sé un messaggio diverso, corredato da un’ILLUSTRAZIONE e da una frase che ci fa RIFLETTERE, anche solo per pochi minuti. A Natale vedremo il lavoro nel suo INSIEME, un modo per ricordarci come la BELLEZZA si può costruire giorno dopo giorno e..che sorpresa quando poi si guarda indietro!

Se vi siete persi le prime, ma non volete perdervi le prossime—-> l’appuntamento è qui!

Se anche voi avete (fatto – comprato – ricevuto) un calendario dell’Avvento perché non condividerlo? —–> qui

My Black friday

Quest’anno ho scoperto l’esistenza del Black Friday.

Ero pronta? No, ovviamente. Uno sconto l’ho messo, ma avendolo pubblicizzato poco è stato anche POCO utilizzato.

borsa_arcobaleno

Non che questa sia una grande delusione, anzi … il mio primo black Friday mi ha fatto capire che non sono molto propensa a questi saldi di gruppo!

Per il FUTURO farò diversamente… creerò degli sconti ad hoc durante i periodi che sono significativi per me o in occasione di un evento, di un giorno che ha per me un valore particolare, come il solstizio d’estate o Santa Lucia o ancora un certo giovedì…

Nel frattempo ho ricevuto nuove PRIMULE speciali da caricare sullo SHOP. La LUCE di Parigi non aiuta, sono alla ricerca di un raggio di SOLE per poterle fotografare al meglio. Nel frattempo vi metto qui un INDIZIO…

joyeux2OKE questo sneak peek mi porta a farvi una domanda…Usate i biglietti di compleanno? Vi piace scrivere gli auguri alle persone che fanno parte della vostra VITA? Vi capita di crearli voi? A me piace tantissimo scegliere la frase giusta per il/la festeggiato/a, lasciarmi ispirare dalla persona e dal momento.

Insomma..tutti ci meritiamo qualcosa di originale,NO?

Se volete farmi sapere come dove quando e per chi fate i biglietti di AUGURI, sono tutta orecchie (e occhi).

Un abbraccio,

ale(ssia)

Ah dimenticavo, ma le avete viste che belle le TOTE BAGS di Drops Of Primroses???? Occhi a cuore!!!

IMG_20171122_122323_HDR-01.jpeg

Era una stradina molto colorata

Le finestre della Casa Molto Carina si affacciano su due strade diverse. Una MOLTO CARINA, tranquilla, poco trafficata, in cui si può camminare in mezzo alla carreggiata anche quando si è distratti e un’altra più COLORATA, confusionaria, dove PROFUMI di vari paesi si mescolano creando fragranze inaspettate. Della stradina MOLTO CARINA ve ne avevo parlato qui, oggi la PROTAGONISTA è la stradina MOLTO COLORATA.

Per una come me che, prima di abitare a Parigi viveva a Marsiglia, la stradina MOLTO COLORATA non può che ricordare…i negozi PROFUMATI, stra-pieni e infinitamente colorati della rue d’Aubagne. Sapone d’Aleppo, spezie, frutta secca, vestiti, detersivi, servizi da tè, couscoussiere, piatti dipinti a mano in Tunisia, guanti per hammam

La stradina MOLTO COLORATA non si alza presto la mattina, ma va a dormire tardi la sera. La strada MOLTO COLORATA può essere molto profumata, ma anche molto poco pulita. Nella stradina MOLTO COLORATA puoi trovare TUTTO tranne i fiammiferi. La strada MOLTO COLORATA è un po’ come una strada di PAESE, gli anziani sanno chi sei, dove abiti, se hai ospiti o meno e soprattutto capiscono al volo che sei italiana!

La stradina MOLTO COLORATA ha solo un difetto, ma per me è un difetto difficile da accettare: è piena di MACELLERIE. Allora…non dimenticarti la finestra APERTA quando stanno arrostendo i polli o se hai il naso sensibile sarà la fine!

Ma la cosa che mi piace di più della stradina MOLTO COLORATA è davvero il suo essere COLORATA: un tripudio di tessuti che brillano, frutta dalle sfumature inaspettate, profumi che diventano colori e persone di origine, età e sensibilità così diverse da diventare COLORATE!

I am a quotes’ lover

Ovvero quanto mi piacciono le citazioni

 

Spesso parlo attraverso le parole di altri. Qualcuno prima di me ha espresso quello che sento con le parole e il tono giusto. Allora io le uso.

AUSTEN

 

Fin da piccola ho un quaderno delle citazioni. L’ho riempito di FRASI e foto, è venuto con me in ogni paese dove ho vissuto. Lo apro quando so che quello che cerco è già fra le sue pagine oppure quando ho trovato nuove PAROLE da aggiungere

Ultimamente uso le parole di altri per esercitarmi nel DISEGNO e nella scrittura. Cerco di rappresentare i loro pensieri attraverso forme e colori ideati da me.

 

Quando inizierò ad usare le mie parole? A saper ESPRIMERE quello che voglio con frasi e tempi miei, miei e di nessun altro?

Chissà, è una domanda senza data di scadenza, ma sento di essere sulla STRADA giusta e allora…continuo a camminare! 

Sarò la sola a sentirmi così?!? Ti capita mai di affidarti ad altri per esprimere quello che senti? Di usare le loro parole per dire quello che vorresti? Devo ammettere che…