Il topolino che non scappa più

Care primuline, benvenute al secondo appuntamento con le favole di Drops Of Primroses. La prima storia la potete leggere qui. Buona lettura.

Sniff, sniff “Povero me!” Sniff, sniff. Mamma Topina non aveva dubbi quelli erano i singhiozzi del suo Loulou. “Ecco dove ti sei nascosto! Ti stavo cercando da un po’ piccolo mio. Cosa c’è tesoro? Sei caduto?” Loulou fece no con la testa. “Qualcuno ti ha pestato sulla coda?” Loulou scosse di nuovo il capo. “Cosa c’è che non va allora? Me lo racconti davanti ad una tazza di briciole e latte?” A queste parole Loulou s’incamminò assieme alla mamma e grazie al fare veloce e furtivo, tipico dei topolini di città, in un batter d’occhio arrivarono alla loro tana. La mamma preparò la merenda e si sedette vicino a Loulou pronta ad ascoltare la sua storia. “Mamma, ma perchè ogni volta che un bambino d’uomo mi vede, urla e tenta di scacciarmi? Cosa gli ho fatto io di male? Perchè ce l’hanno con me?”
“Oh, piccolo mio, è per questo che sei triste? Sei proprio un topolino dolce. Non è facile rispondere alla tua domanda, ma sappi che abbiamo tutti paura del diverso. Che sia grande o piccolo, quando qualcuno non ci assomiglia, facciamo subito un passo indietro. Ti ricordi la prima volta che hai visto Bino, la talpa? Sei corso a casa spaventato dalla sua corporatura, dalle sue unghie e dai suoi occhi chiusi. Gli umani reagiscono così quando vedono noi. Loro si spaventano, noi cominciamo a correre e così via fino al prossimo incontro. La loro reazione non ha niente a che vedere con te, riguarda loro. Il loro modo di affrontare il mondo.”
Loulou rimase un momento in silenzio a riflettere sulle parole della mamma. Pensava a tutte le volte che aveva visto un animale nuovo, a quel misto di paura e voglia di fare conoscenza. “Allora mamma, la prossima volta provo a stare fermo? A muovere solo i baffi?”
Se passate dal Jardin Villemin e vi imbattete in un topolino che vi guarda senza scappare, presentatevi, lui è Loulou e non vede l’ora di conoscervi.

Ed ecco che avete conosciuto anche Loulou. Avete voglia di incontrarlo? Lo trovate al Jardin Villemin a Parigi o nelle prossime storie di Drops Of Primroses.

Appuntamento fra due settimane per un nuovo capitolo delle Favole di Drops Of Primroses.

Vi abbraccio,

Alessia

2 thoughts on “Il topolino che non scappa più

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s